L’anello di Tassinete – Escursione

 

Se vuoi vivere una giornata all’aperto con il tuo cane, passeggiando tra ampi spazi, prati e boschi, ammirando panorami mozzafiato, niente di meglio che partecipare alla escursione “L’anello di Tassinete”. Aria incontaminata a mt.600/700 slm

Partenza alle nove e rientro dopo due/tre/quattro ore circa, a seconda del percorso.

Abbigliamento da escursione e borraccia con acqua saranno utili

NB Eliminata la quota di iscrizione. Percorso libero.

Nuovo documento_1

Rally Nazionale – Cingoli -19/20 novembre 2016

Siamo ormai prossimi al nuovo appuntamento con una delle gare-motori più importanti dell’anno.

Il RALLY organizzato da PRS Group,  gara su sterrato che quest’anno fa un salto di qualità, passando in anticipo da “Ronde” a Rally nazionale. Immerso nello straordinario paesaggio montano-collinare di Cingoli,  tra boschi, sentieri e strade sterrate. Da non perdere !!!.

Come sempre moltissime le prenotazioni, tant’è che alcuni equipaggi ogni anno cercano alloggio nei dintorni e in altri comuni limitrofi.

Cerchi un B&B a cento metri  (90 secondi 90) dalla piazza di partenza e della cerimonia di arrivo ?

Hai necessità di fare colazione alle ore 6 (sei) del mattino ?

Nessun problema. Questo B&B é lieto di soddisfare le tue domande

Abbiamo ancora qualche posto libero… !!! – cell. 333/5467969  chiedi di Corrado

spettacolare derapage

spettacolare derapage

 

Brevi cenni di storia

Cingoli
Scopri Cingoli, Balcone unico sulla Regione Marche!
Cingoli vive a mt.631 s.l.m., su un colle isolato, in un clima asciutto accompagnato, d’estate, da una leggera e piacevole brezza che non fa rimpiangere la calura estiva.
L’altezza non rende merito all’immenso paesaggio godibile dalle sue terrazze medioevali. Da una vista a dir poco “aerea”, si stende sotto gli occhi del visitatore, tutto il territorio delle cinque province marchigiane, delimitate all’orizzonte, verso nord/est, da un’ampia fascia del mare Adriatico, sul quale emerge inconfondibile la sagoma del Monte Conero.
Nelle belle giornate, con l’aria terza, lo sguardo si allunga (incredibile, ma vero!) ai contrafforti della Maiella in Abruzzo, mentre al di là del mare Adriatico, che per l’occasione sembra un lungo e stretto lago, appaiono gli scuri profili dei monti della Croazia che sovrastano la costa slava.
Girando le spalle al lontano mare, il paesaggio muta, offrendo una lunga teoria di monti selvaggi. Dal monte Catria al monte Vettore. Di fronte il monte San Vicino e, sulla sinistra il gruppo dei monti Sibillini.

Brevi cenni di storia

Esistono reperti dei lavori di fortificazione di un centro urbano, eseguiti a spese di Tito Labieno, luogotenente di Giulio Cesare, nel I° sec. A.C.
Cingoli, dal latino “Cingulum”, cioè un ripiano sul versante di un monte, era in origine ubicata nell’area pianeggiante dell’attuale Borgo S.Lorenzo, come testimoniano i resti di antiche mura romane.
Ma le origini antropiche sono più remote. Nel locale museo statale sono infatti custoditi ritrovamenti preistorici dell’era paleolitica, dell’età del bronzo e del ferro. Interessanti le opere del periodo ellenisitico/romano.
Cingoli fu “Municipium” poi sede vescovile e nel XII° sec. libero comune. Subì la dominazione breve dell’imperatore Federico II e in prosieguo fece parte dello Stato Pontificio fino all’unità d’Italia.

Eventi e Shopping

Eventi
Manifestazioni di vario genere rendono ancor più piacevole il soggiorno del turista nel corso dell’anno. Vengono indicate a mo’ di esempio alcune delle principali iniziative, ma un elenco più dettagliato potrà essere richiesto al locale Ufficio Turistico, tel. 0733.602444.
Mostra-mercato dei prodotti tipici regionali. “Cingoli, l’isola che non c’è”, festa per bambini. Torneo internazionale di Pallamano. Campionato mondiale e campionato europeo di Motocross il 22 e 23 aprile 2006. Mercante in Fiera, mercatino serale del martedì e del venerdì. Mostra nazionale canina. Festa della canoa al lago. Torneo nazionale dimangiarbene2 tennis. Festa della bruschetta. Concorso ippico nazionale. Rievocazione storica “Cingoli 1848”. La Gran Fondo “9 Fossi”, corsa internazionale per mountain bike con oltre 1400 partecipanti.In programma nel mese di aprile Ecc…

Shopping
In aggiunta ai prodotti artigianali cingolani di maglieria, lavorazione artistica del vetro, gastronomia ecc…, consultando il sito www.in-outlet.it, l’ospite avrà l’occasione di conoscere le più svariate opportunità di acquisto in outlet di prodotti di moda e di qualità nell’ambito regionale. A titolo di sintesi, si richiamano alcuni marchi, tra i tanti.
Genny, Paciotti, Santoni, Kickers, Fabi, Geox, Tod’s, Nazareno Gabrielli ecc…

Escursioni – “I stradélli”

Gli ecoturisti, gli amanti del trekking troveranno agevole percorrere alcuni vecchi sentieri in mezzo a boschi, macchie, prati e aree panoramiche. Un po’ di esercizio in previsione di impegni più importanti.ponte

Ma anche il turista comune, desideroso di staccare dalla solita routine, dallo stress del lavoro, del traffico e della vita cittadina, potrà dedicarsi ad alcune piacevoli passeggiate, con guida, per assaporare il silenzio delle colline o il piccolo canto degli uccelli. Il fruscio delle acque che frettolosamente discendono uno scosceso torrente stagionale. Godere la rilassante vista di un bel panorama a 360 gradi, magari dopo una breve arrampicata.

SentieroSentieri consigliati
1 – Il Foro, passeggiata ossigenante. Tempo, ore 1,30 circa
2 – Monte Nero, la leggenda delle “bocce d’oro”. Tempo ore 2,00 circa
3 – Sentiero della poiana, vista panoramina a 360°. Tempo ore 2,00 circa
4 – San Bonfiglio, riserva dei cinghiali. Tempo 1,30 circa
5 – Internone, la terra è sferica. Tempo ore 3,15 circa

Paesaggio – I doni della natura

Paesaggio, animazioni e… i doni della naturaSport1
Circa 5.000 ettari di boschi, un lago verde smeraldo, un clima temperato dall’aria incontaminata, una fauna riccca(daini,caprioli, cinghiali, scoiattoli, tassi, ricci, poiane, germano reale, airone cinerino ecc…) sono l’ambiente ideale per una vacanza in mezzo alla natura, lontano dallo stress del turismo di massa.
Nei prati e nei boschi gli appassionati vanno in cerca di funghi pregiati come Bohporcini, russole, prataioli ecc…, mentre all’inizio della primavera è possibile raccogliere il finocchio selvatico e gli asparagi selvatici. Con l’arrivo dell’estate, per chi è abile cercatore, il sottobosco offre le fragole selvatiche, piccole, dal colore rosso intenso, profumatissime., Verso la fine di agosto o agli inizi di settembre, gli ospiti che lo vorranno, potranno partecipare alla raccolta delle nocciole in una piantagione di proprietà di chi scrive.

Coloro che intendono mantenersi in forma hanno a disposizione anche il lago di Cingoli per lunghe nuotate o gite in pedalò, o pattìno.DoniNatura

Il rinomato Acquaparco Verde-Azzurro, a dieci minuti d’auto dal capoluogo, è in grado di soddisfare le esigenze degli amanti della spiaggia e del mare,grazie alle sue piscine, i giochi d’acqua, gli scivoli, l’idromassaggio ecc…Asparagi1

I Beni culturali

A mo’ di esempio vanno ricordati, tra le tante opere, il palazzoCastiglioni (XVII sec.), dimora del Papa Pio VIII, ilCultura1 palazzo Mucciolanti ( XVIII sec.). La collegiata di S.Esuperanzio, gotico/romana del XII sec.. Il palazzo municipale, la cui parte più antica risale al XIII sec., mentre la facciata su piazza Vittorio Emanuele II è stata edificata nel 1531. Le mura castellane con le sue tre porte d’ingresso alla città: Porta Piana con il sovrastante stemma pontificio di papa Pio VIII; Porta dei Tassi, detta comunemente Portella,caratteristica per la sua doppia apertura, pedonale e carrabile; Porta dello Spineto, la più antica, di sicura origine medioevale. La Fonte di S.Esuperanzio,,lavatoio pubblico, riedificata nel 1525, alimentata da una sorgente perenne ed ornata da una triplice arcata a tutto sesto.Il Santuario di S.Sperandia, sec.XIII, custode del corpo intergo della santa, morta nel monastero annesso, nel 1276. La fontana del “Maltempo”, restaurata nel 1568 e così chiamata perché – essendo in origine alimentata da una esile vena – l’acqua sgorgava soltanto dopo abbondanti piogge. La “Rosa d’oro” raffinato esempio di arte orafa, dono di Papa Pio VIII. La pinacoteca comunale, ricca di molteplici tele di antichi autori, con una ricca collezione del Maestro cingolano Donatello Stefanucci e raffinate opere dell’ebanista cingolano Raffaele Muzi, recentemente scomparso. La chiesa di S.Domenico, depositaria della stupenda pala di Lorenzo Lotto, Madonna del Rosario e Santi, datata 1539. Nel Museo civico di Recanati si trovano altre quattro importanti opere del Lotto: l’Annunciazione, il Polittico di Recanati, la Trasfigurazione, il S.Giacomo Maggiore.
Non certo di secondaria importanza i numerosi palazzi d’epoca delle più illustri famiglie cingolane, molte delle quali estinte, ma i loro blasoni gentilizi sono conservati nel salone degli stemmi della sede comunale. Così i Palazzi Mucciolanti, Conti, Cavallini, Castiglioni, Puccetti, Raffaelli, Silvestri, Cima della Scala, Cima delle Stelle ecc…
Menzione a parte per il Museo Archeologico Statale, data l’importanza dei reperti in esso custoditi. Le sue teche testimoniano la storia, ma principalmente la preistoria di Cingoli. Ritrovamenti neolitici – punte di freccia e di lancia, utensili – documentano la presenza dell’uomo dal paleolitico inferiore fino all’età del bronzo e, successivamente, all’epoca ellenistico-romana.